Proprio oggi nel giorno degli innamorati mi sono chiesta se il nostro amore verso lo zucchero sia vero, reale, oppure se sia solo un nostro modo di sentire e di percepirlo. Insomma è tutto oro ciò che luccica nello zucchero?! Mi ricordo quando da bambina giocavo in cortile con i miei amici e mio fratello e mia mamma all’ora della merenda ci chiamava per salire a casa. Spesso mangiavamo dei panini (fortunatamente integrali perché mia mamma arriva dal nord e lì il pane bianco non esiste) con burro e zucchero. Che gioia, chi non li ha gustati nell’infanzia? E chi non è mai stato a casa dei nonni i quali mentre bevevano il caffè gli allungavo un cucchiaino di zucchero in bocca dicendo “tieni tesoro che ti tira su”!
zucchero-2Che bei ricordi…puro piacere, e davvero mi luccicavano gli occhi. Come negare questo momento ai bambini?!

Certo a loro tutto è concesso, ovviamente in modo responsabile, se non soffrono di problematiche particolari.

Ma crescendo, e direi purtroppo, la dura verità è che il nostro corpo, dopo anni di abusi, è sempre più “intasato”, sofferente e tollera sempre meno gli eccessi, soprattutto gli zuccheri!

Quindi in questo articolo voglio darvi una variante al classico zucchero bianco e un’ottica differente riguardo esso.

Un’infarinatura veloce sui dolcificanti:

Dolcificanti chimici (che hanno subito un processo chimico):

In ordine maggiore di concentrazione di zuccheri semplici e/o saccarosio.

  • Zucchero bianco, saccarosio allo stato puro, ottenuto con processi di lavorazione con acido solforico, idrossido di sodio, calce e varie!!
  • Zucchero di canna commerciale, non si intende quelli biologico certificato che non ha subito trattamenti (per es. quello brasiliano Rapadura, che coltiva lo zucchero di canna senza alcun tipo di sostanze chimiche e senza raffinarlo)
  • Sciroppo di mais

N.B. Più i dolcificanti sono composti da zuccheri semplici più sono raffinati (fatti divenire bianchi) e quindi privi delle loro sostante nutritive. Inoltre innalzano molto velocemente la glicemia, creando dei picchi glicemici che altrettanto velocemente scendono. Appagano i nostri cali di zucchero e soddisfano la voglia di dolce regalandoci sollievo immediato, il quale però in poco tempo torna più forte di prima.

Inoltre gli zuccheri semplici e raffinati ci privano delle sostante nutritive e in grandi quantità possono creare disturbi alla pelle, allergie e mancanza di vitalità, diabete (discorso da approfondire).

Per non parlare del fatto che a lungo andare ostruiscono le vene creando grassi nel corpo.

Ma siamo esseri umani, perché privarci del buono e del bello della vita?

Abbiamo tutti bisogno di tanto in tanto di peccare di gola, di gioire e di rilassarci (sì perché gli zuccheri oltre a darci una botta di glucosio, rilassano il corpo), provate a mangiare dolci la sera e vedrete che dormite pesanti!

Impariamo però a farlo con la testa, senza nuocere alla salute.

Dolcificanti naturali (che non hanno subito processi chimici e che mantengono le loro sostante nutritive):

  • Sciroppo d’acero, originario del Canada la cui foglia ne è il simbolo della nazione. Linfa di una varietà di acero ha un sapore caramellato. Ricco di Sali minerali, in particolare potassio, ottimo nelle preparazioni di bevande dolci e budini.
  • Miele, (molto Yin e quindi sconsigliato tutti i giorni, solo al bisogno) ricco di vitamine e sali minerali, antibatterico naturale fissa il calcio nelle ossa. Compratelo non riscaldato altrimenti perde le sue proprietà, per questo motivo è meglio spalmato sul pane o nelle bevande. Più è cristallizzato più è di alta qualità. (La Melata: ho acquistato ultimamente il miele di Melata in quanto volevo un prodotto naturale da usare a casa nei momenti in cui i bambini hanno febbre, mal di gola, tosse o come ricostituente. Ha molteplici proprietà terapeutiche tra le quali spicca la grande quantità di Sali minerali ed oligoelementi tra cui soprattutto il ferro. Per questo è ottimo per i vegetariani/vegani. E’ un antibatterico naturale per le vie aeree, supporta la flora batterica, ha un basso indice glicemico e quindi risulta indicato nelle diete. Ottimo se si pratica sport e ricco di polifenoli. In questo periodo ne sto dando un cucchiaino al giorno a mia figlia perché la vedo un po’ pallida e a mio figlio quando ha la tosse: funziona! Raccomando sempre di comprarlo Bio e non riscaldato.)
  • Sciroppi di frutta
  • Malto, ottenuto da un processo enzimatico sul cereale (quale il riso, l’orzo, il mais, ecc) il quale scompone gli amidi in zuccheri più assimilabili e costanti nel tempo. Ha un basso indice glicemico in quanto ha una bassa percentuale di saccarosio. Ricco di enzimi, può essere usato al posto dello zucchero tradizionale nella preparazione di dolci, creme o budini e nelle bevande quali il tè e tisane.
  • Succo di mela limpido, ricco di fruttosio. Ideale per bevande e dolci. Ha un contenuto calorico ed un impatto glicemico molto bassi e quindi lo rende adatto alle persone che devono stare attente alla glicemia ed ai bambini. In Trentino è la bevanda invernale per eccellenza, chi non ne hai mai sentito il profumo di cannella e spezie con il quale lo saporiscono girando per i mercatini?!

Ora cerchiamo di non abusare dei dolci tradizionali durante la giornata e soprattutto di sera!

Ecco dei suggerimenti:

  • Bevete il succo di mela caldo come variante ai classici dolci, vedrete che la sua naturale dolcezza toglierà la voglia dei classici dolci serali quali biscotti, torte e cioccolati vari
  • Preparate dei budini casalinghi con latte di riso o soia se li volete meno dolci.
  • Frutta cotta (per esempio mela cotta nel pentolino oppure al forno), con l’aggiunta di granella di mandorle o noci

Di seguito alcune ricette di dolci naturali e sani, per i bimbi, per l’ufficio e per casa. Ovviamente intercambiabili a seconda dei gusti e delle esigenze!!!!

Per i bambini: questa ricetta la propongo ai miei figli quando stanno male, quando sentono freddo o quando hanno bisogno di rilassarsi, togliendo però i chiodi di garofano e mettendo pochissimo zenzero.

mele

Ricetta: Succo di mela caldo

Ingredienti:

1 arancia non trattata

1 spuzzata di limone

1 tazza per persona di succo di mela LIMPIDO

1/2 C. di acqua

1 bastoncino di cannella o cannella in polvere

1/2 chiodi di garofano

1 pizzico di zenzero in polvere o fresco

Con un pelapatate prelevate solo qualche scorza di arancia. Scaldate il succo di mela e l’acqua, senza far bollire. Unite la scorza di arancia, la gocce di limone, la cannella, lo zenzero ed i chiodi di garofano (se vi piacciono). Lasciate sobbollire a fuoco basso per 10 minuti. Filtrate e gustate ben caldo.

Per l’ufficio e per la merenda scolastica dei bambini: questa ricettina facile e veloce è una valida sostituta delle classiche merendine e/o pause caffè in ufficio, come dessert dopo pranzo se si mangia in un mensa aziendale.

Ricetta: Croccante con frutta secca

Ingredienti:

250 grammi di sesamo o altra frutta secca a piacere (noci, mandorle, ecc. tritate) anche mixata insieme

5 C. di malto d’orzo o di riso se lo si vuole più dolce

Mettete il sesamo o altra frutta secca in una ciotola, prendete il malto scaldato e mescolatelo insieme alla frutta secca in modo che ne sia ricoperta. Stendete l’impasto su una teglia da forno appena unta e cuocete a 200 grasi fino a gradimento, e comunque fintanto non saranno diventati criccanti. Togliete dal forno e tagliate a piacere. Se volete prima di inserirli nel forno potete metterli in delle formine inumidendovi prima le mani.

Per il tempo libero

muffins

Ricetta: Muffins con frutta di stagione

Ingredienti:

1 e ½ T. di farina 0 o di farro non integrale

2 C. di farina di mandorle

1 C. di lievito per dolci (preferibilmente cremor tartaro)

2 pizzichi di vaniglia

2 pizzichi di cannella

1/2 T. di succo di mela

1/4 T. di latte di riso

1/4 T. di sciroppo d’acero

4 C. di olio di mais a freddo e biologico

1 pizzico di sale

2 mele, pere, albicocche, pesche e/o frutta di stagione a piacere

Preriscaldare il forno, incorporare a tutti gli ingredienti secchi quelli umidi (precedentemente frullati). Aggiungere la frutta scelta tagliata a pezzetti. Riempire le formine per i muffins e cuocere nel forno a 180/200° per 35 minuti circa.

*La Melata: ho acquistato ultimamente il miele di Melata in quanto volevo un prodotto naturale da usare a casa nei momenti in cui i bambini hanno febbre, mal di gola, tosse o come ricostituente.

Ha molteplici proprietà terapeutiche tra le quali spicca la grande quantità di Sali minerali ed oligoelementi tra cui soprattutto il ferro. Per questo è ottimo per i vegetariani/vegani. E’ un antibatterico naturale per le vie aeree, supporta la flora batterica, ha un basso indice glicemico e quindi risulta indicato nelle diete. Ottimo se si pratica sport e ricco di polifenoli. In questo periodo ne sto dando un cucchiaino al giorno a mia figlia perché la vedo un po’ pallida e a mio figlio quando ha la tosse: funziona! Raccomando sempre di comprarlo Bio e non riscaldato.

Al prossimo articolo (forse sui legumi, sul pane o sulle alghe)….

Per info, approfondimenti e terapie mi trovate nei contatti Social.

 

3 Responses to Lo Zucchero: è vero amore?!
  1. Che competenza, complimenti! Mi piace il succo di mela, è vero,dà quella bel senso di dolce

  2. Ottimo articolo!! Anche se per me lo zucchero e’ vero amore !!


[top]

Lasciaci un tuo commento! Buona lettura!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: