Lo dico subito, cosi poi non ci saranno fraintendimenti: il Natale mi piace, amo addobbare la mia casa, fare l’albero, invitare gli amici a cena a festeggiare; ma ammettiamolo, per la maggior parte dei cani le feste equivalgono a stress, esplosione di fobie, solitudine, e molto altro. Quindi il mio articolo vuole essere un breve vademecum per fare in modo che le Feste di Natale, che per noi umani  portano sempre con sè momenti di condivisione e gioia, lo siano anche per i nostri amici a 4 zampe.

Bello ricevere gli amici e i parenti; ma questo vuol dire anche molto rumore, confusione, bambini che urlano e magari “tormentano” i cani. Quindi fate attenzione agli sbalzi emotivi eccessivi e all’invasione degli spazi personali dei vostri cani ad opera di ospiti e visitatori: ritagliate sempre dei momenti di calma e fate in modo che gli spazi intimi del vostro pet siano sempre tutelati.   

Molte delle piante usate tipicamente per abbellire le nostre case in questo periodo, sono pericolose per i nostri cani: Agrifoglio, Vischio e Stelle di Natale, se ingerite, possono provocare guai molti seri che vanno dall’aumento della salivazione, al vomito, alla diarrea, alla  dilatazione delle pupille e addirittura a  disturbi cardio-respiratori e a problemi neurologici. Ricordatevi quindi di posizionare queste piante al di fuori della portata dei vostri amici a 4 zampe, e chiamate immediatamente il veterinario nel caso in cui il vostro cane dovesse decidere di assaggiarle.

buldogdormeE adesso l’annosa questione dei fuochi d’artificio che, devo dire, non ho mai amato particolarmente, anzi. In ogni caso, da molti anni passo la sera di Capodanno a casa con i miei cani e anche se abito in campagna e per di più in una zona molto isolata, ogni tanto un botto arriva anche da me. E allora, se uno dei miei bimbi inizia ad agitarsi sono subito pronta ad intervenire per aiutarlo a superare questo momento molto delicato e difficile seguendo questi accorgimenti: innanzitutto, come ho già detto, è essenziale essere a casa con loro per garantirgli un contatto di qualità, che certamente lo aiuterà a farsi forza; e se comunque il cane dovesse decidere di rifugiarsi in una particolare zona della casa, o magari anche nascondersi dietro a qualche mobile o sotto il letto, lasciateglielo fare e tenetegli compagnia fino a quando le “esplosioni” non saranno finite. In ogni caso, cercate di attutire il più possibile i rumori provenienti dall’esterno chiudendo ante e finestre e tenendo accesa la televisione o una radio.

Nel fare tutto questo, però, non commettete l’errore di profondervi in iper coccole o di mostrare atteggiamenti troppo protettivi perché il cane, che già avverte l’anomalia della situazione,  si accorgerà che anche voi non vi state comportando come al solito e, dunque, potrebbe agitarsi ancora di più. Insomma, dovrete essere calmi e rassicuranti, essere il loro punto di riferimento  e piano piano farlo ritornare ad una condizione di serena normalità. Anche se i “botti” faranno di tutto per ostacolarvi !

Un valido sostegno psicologico potrà essere fornito da ausili naturali come i Fiori di Bach (Rescue Remedy) oppure gli Australian Flower Bush (Emergency) i quali, somministrati nelle dosi esatte  a partire da qualche giorno prima del 31 dicembre,   potranno  aiutare il vostro cane ad alleviare la tensione emotiva in vista del culmine di agitazione, in concomitanza con i fuochi artificiali. Anche indossare una maglietta di cotone (o la Thundershirt) potrà aiutare il vostro amato compagno canino a sentirsi più rassicurato e ad alleviare lo stato di ansia.

Come è noto, i dolci non sono l’ideale per i nostri amici pelosi: oltre a non essere affatto necessari, possono creare problemi di salute, dal banale mal di pancia alla più pericolosa intossicazione nel caso della cioccolata.

biscottiMa dato che è Natale per tutti…ecco a voi una ricetta di biscotti pensata proprio per loro.

BISCOTTI ALLA FARINA DI RISO CON PARMIGIANO E CAROTE
Ingredienti
– 300 g farina di riso
– qualche carota
– 240 ml di brodo di carne
– una manciata di parmigiano
– 1 uovo
– un cucchiaio di olio d’oliva

 

Preparazione
Questa ricetta risulta molto semplice da preparare e utilizza ingredienti che non mancano mai nella nostra dispensa.

  • Procedete facendo bollire le carote in acqua leggermente salata e, dopo averle frullate, incorporatele al brodo per ottenere una crema omogenea. Unite dunque il composto alla farina di riso. Aggiungete infine l’uovo, il parmigiano grattugiato e il filo d’olio d’oliva e impastate il tutto.
  • Ottenuto un panetto compatto, disponetelo su di un piano e stendetelo aiutandovi con un mattarello. Raggiunto lo spessore di mezzo centimetro, ritagliate una trentina di biscotti e disponeteli in una teglia coperta con la carta forno
  • Infornate per 20-30 minuti a 180 °C. Quando i biscotti presenteranno una bella superficie dorata, spegnete il forno e lasciate riposare fino a che avranno assunto la giusta consistenza.
    Posti in un barattalo, i biscotti si conservano per una ventina di giorni.

Proprietà degli ingredienti
La farina di riso è principalmente amido, è priva di glutine e risulta più facilmente digeribile.
Presenta una bassa percentuale di proteine, lipidi, sali minerali e fibre. Le vitamine principali rientrano nel gruppo B, buone sono anche le percentuali di vitamina E. Risulta particolarmente indicata per cani con intolleranze e problemi intestinali.
Le carote sono ottime nell’alimentazione del cane. Presentano un basso contenuto calorico e sono ricche di fibre e vitamine, la loro consistenza favorisce, inoltre, l’igiene dentale.
Ricco di calcio e sali minerali, il parmigiano fortifica le ossa e ne favorisce il corretto sviluppo nei primi anni di vita del cane. Non occorre comunque abusarne perché è un alimento grasso.
L’olio d’oliva è un alimento che ben si presta a essere introdotto nella dieta del cane.
Ricco di acidi grassi insaturi che l’organismo non è in grado di produrre, l’olio d’oliva è fondamentale in tutte le fasi della vita del cane. Favorisce lo sviluppo del sistema nervoso nei cuccioli ed è particolarmente indicato anche in cani adulti e nella vecchiaia quando l’apporto calorico deve essere ridotto.
Facilmente digeribile, permette di integrare la dieta del cane con la giusta quantità di vitamine C, D, E, F e il beta-carotene.

Buon Appetito e Buone Feste!!!!!!!!!!!

Lasciaci un tuo commento! Buona lettura!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: