Oggi vi scrivo prendendo spunto dal titolo e dicendovi che fare una colazione senza glutine è MOLTO difficile, e lo è anche per me.
Ma continuo dicendovi che non è impossibile.
Io, per esempio, cerco di fare una colazione/giornata libera dal glutine almeno un paio di volte a settimana insieme ai miei figli.
Questo per favorire lo “smaltimento” del glutine accumulato nel corpo ma anche per evitare abusi che poi porterebbero a probabili intolleranze o sensibilità.
Tempo fa vi avevo promesso, nel mio articolo di Aprile del 2016,

Il Glutine: Innocente o Colpevole?


che dopo aver parlato del glutine in modo “positivo” vi avrei parlato del GLUTINE COME COLPEVOLE.
Come vi spiegavo nel mio articolo precedente la parola GLUTINE deriva da Gluten = Colla (unione di alcune proteine).
Quindi ogni volta che lo mangiamo, magari esagerando nelle dosi, esso nel nostro organismo si comporta come se fosse una grossa palla di colla, che il nostro povero intestino deve gestire e smaltire. E vi assicurò che questo lavoro per lui non è affatto semplice nè privo di problematiche.
Non vi è mai capitato di mangiare una pizza (non voglio parlarne male, riporto solo un esempio) e dopo sentirvi un mattone in pancia? O semplicemente di sentire di far fatica a digerirla?! Questo soprattutto se la pizza è alta o non è fatta con farine integrali e prive di lievito!



Quindi anche se non soffrite di celiachia, in ogni caso non dovete abusarne in quanto può provocare altri tipi di sintomatologie e disturbi, quali per esempio:
infiammazione e danni alla parete intestinale
danneggiamento della barriera difensiva dell’intestino e della flora batterica
stanchezza ed anemia
scarsa capacità di assorbire le sostanze nutritive/vitamine.
produzione di muco/catarro
problemi alla pelle
E via discorrendo. Un quadro certo non dei più confortanti!

Quindi cercate di evitare il più possibile di NON assumerlo quotidianamente.
MA ora concentriamoci sulle alternative.
Vi suggerirò qualche idea per una colazione il più possibile libera da questo alimento, dandovi spunti e suggerimenti.

RICETTA CREPES DI GRANO SARACENO (non vegane)

Per vostro sapere, ecco le sue caratteristiche del grano saraceno:
Le crepes al grano saraceno sono originarie delle Francia (Galettes Bretonnes) dove, da molto tempo, ne viene fatto un uso quotidiano.
Il grano saraceno è ricco di caratteristiche nutritive.
Ricco di proteine, antiossidanti, amminoacidi e vitamine del gruppo B, non contiene glutine.

Ingredienti – Per 4 persone:
-120 grammi c/a di farina di grano saraceno
-40 grammi di amido di mais e/o fecola di patate
-350 millilitri c/a di latte di riso (se si vuole più dolce) o di soia
50 millilitri di acqua (se non si vuole usare l’acqua potete aggiungerli ai 350 di latte)
-2 uova
-30 grammi di burro oppure olio
-1 C di olio extra vergine
Svolgimento:
Unire la farina di grano saraceno e l’amido di riso (o fecola)
Mescolare il latte con l’acqua fredda.
Sbattere le uova in una ciotola e aggiungere le farine e i liquidi mescolando bene, unendo poi anche il cucchiaio di olio, fino ad avere una pastella fluida e liscia.
Lasciar riposare coperto almeno mezz’ora.
Sciogliere una noce di burro oppure olio, in un padellino anti-aderente, versare un piccolo mestolino di pastella nella padella e ruotarla per spargerla uniformemente.
Giratela e cuocetela dall’altra parte finché non è dorata.
Si può servire come una merenda dolce, accompagnata da marmellata, miele o crema spalmabile alla nocciola oppure salata a piacimento.

RICETTA CREPES AL GRANO SARACENO (vegane)

Ingredienti – Per 4 persone:
80g di farina di grano saraceno
15g di farina di ceci
30g di fecola di patate o amido di riso
100 ml di latte di soia
200 ml di acqua
20 ml di olio
Un pizzico di sale
Svolgimento:
In una ciotola mescolate il sale con le farine. Unite i liquidi (olio, acqua e latte) e versateli su quelli solidi. Mescolate con una frusta. Lasciate riposare almeno un’ora in frigorifero.
Prima di usare la miscela mescolatela nuovamente, ungete la padella antiaderente e versatene un mestolo sopra. Ruotate la padella così da far andare il liquido ovunque e poi giratela dall’altra parte.
Servite sempre a piacere.

RICETTA CREMA DI MELE E/O PERE

Questa ricetta è molto facile e veloce.
Per vostro sapere:
la mela e la pera sono leggermente lassative, hanno pochi grassi e sono piene di vitamine e sali minerali.
Inoltre contengono pochissimi zuccheri (in particolare le mele).
In inverno consiglio la frutta cotta in quanto gli alimenti freddi non sono consigliati poiché raffredderebbero solo il nostro organismo in una stagione in gli serve tutto tranne che il freddo!


Ingredienti:
1 mela o pera oppure entrambe
1 cucchiaio di acqua
1 pizzico di cannella se piace
Svolgimento:
Tagliare la frutta a pezzetti e metterla a cuocere in un pentolino con un cucchiaio di acqua.
Lasciar bollire per 5/10 minuti c/a e poi con un Minipimer frullarla fino a consistenza desiderata. Condire con un pizzico di cannella o se si preferisce di malto di riso o miele.
Oppure con granella di noci, mandorle o altra frutta secca.

Ed ora velocemente, altrimenti mi dilungo troppo ecco

ALTRI CONSIGLI PER UNA COLAZIONE GLUTEN FREE, SENZA RICETTA:

Ricordatevi che se volete potete scrivermi e chiedermele!
–    Latte di riso, soia, avena o miglio con orzo in polvere e fiocchi di riso/grano saraceno/mais, miglio, amaranto
–    Tè verde con gallette di riso, mais, grano saraceno o amaranto (che sono tra quelle senza glutine) con marmellata o crema di nocciole o arachidi
Importante:
Se siete tra quelli che la mattina hanno un appetito implacabile, ecco una bella e saziante idea;
–    cuocete un cereale senza glutine, tipo riso, miglio, quinoa in un latte vegetale, essi a fine cottura diventeranno delle creme di cereali dolci e una volta pronte potete tranquillamente aggiungervi malto, frutta, miele, granelle di frutta secca, ecc. (se volete saperne di più contattatemi).
Alla prossima e buona colazione!
Barbara.

Lasciaci un tuo commento! Buona lettura!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: