Alle ore 17.45 si accendono di nuovo le luci sul Canalone Miramonti per ospitare la prima manche della 64a edizione della gara maschile di slalom speciale (seconda manche alle ore 20.45).

La più antica gara di Coppa del Mondo in Italia ha un fascino unico, ineguagliabile. Quest’anno non è da meno anche grazie alla presenza straordinaria del campione bolognese Alberto Tomba che, proprio trent’anni fa a Madonna di Campiglio, conquistava la sua prima vittoria alla 3Tre.

Ieri sera, in Piazza Sissi a Madonna di Campiglio per il public draw (l’estrazione dei pettorali dei top 15 al Mondo per la gara di oggi) così come nell’evento successivo a lui dedicato nell’austero Salone Hofer, Alberto Tomba – circondato da appassionati e tifosi – ha fatto rivivere le emozioni che l’Italia provava sui campi di gara negli anni d’oro, ha riacceso i vecchi entusiasmi oggi un po’ assopiti, evocato passioni latenti che aspettavano solo di venire fuori.

Come una vera leggenda sa fare ha trascinato tutti, grandi e piccoli (che, evidentemente, conoscono le sue vittorie dal racconto dei genitori) commentando i filmati delle sue vittorie sulla 3Tre di Madonna di Campiglio (1987, 1988 e 1995). Che imprese memorabili!

La “bomba” con il suo carisma ha saputo coinvolgere ed emozionare tutti e a chi gli ha chiesto di sciare un’ultima volta sulla 3Tre per la gioia di tutti i suoi tifosi ha rivolto uno sguardo tra l’ironico, il malinconico e il nostalgico e ha ammesso: “Forse sì, mi sono ritirato troppo presto, a 31 anni. Ma voi potevate dirmelo, no?”

Il grande campione – che ha fatto la storia dello sci italiano (come dimenticare che nel 1988 anche il Festival di San Remo si fermò per collegarsi in diretta con le Olimpiadi di Calgary dove Alberto Tomba si apprestava a disputare la seconda manche dello slalom speciale?) – ieri sera ha avuto anche il merito di “accendere i motori” e di scaldare i cuori dei tifosi pronti ad assistere alla gara di Coppa del Mondo che si disputerà tra poco e per tifare la nazionale italiana di sci che in Piazza Sissi, ieri sera, ha salutato i fan regalando cappellini autografati e speranze.

Stamattina, passeggiata per il paese che si prepara all’evento. Uomini al lavoro ovunque. Gli addetti all’organizzazione, i tecnici e gli operatori della stampa corrono senza tregua per far sì che tutto sia perfetto e all’altezza del prestigio di questa leggendaria manifestazione.

L’entusiasmo cresce ora dopo ora. I tifosi iniziano ad arrivare e animano le strade.

In gara ci saranno tutti i favoriti, a cominciare da “re” Marcel Hirscher che non sembra aver intenzione di abdicare dal trono della Coppa del Mondo generale, per poi proseguire con Henrik Kristoffersen, già vincitore un anno fa.

Stefano Gross e Manfred Moelgg giocano in casa e vogliono regalare all’Italia il primo podio al maschile di questa stagione.

Il tifo a bordo pista, nelle tribune, nel parterre sarà tutto per loro e si farà sentire.

Non ci saranno invece i tedeschi Felix Neureuther e Stefan Luitz: per loro stagione finita a causa della rottura del crociato.

La gara sarà trasmessa in diretta tv da Rai Sport HD ed Eurosport HD, mentre in streaming sarà visibile su Rai Play, Sky Go ed Eurosport Player.

Non mancate! 🙂

3 Responses to Oggi a Madonna di Campiglio si tifa in notturna!
  1. Forza Manni!!!! Tutti attaccati allo schermo!! Grazie Elena


[top]

Lasciaci un tuo commento! Buona lettura!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: