Cari lettori con questo articolo iniziera’ un ciclo nel quale parlero’ degli stili di arredamento, spazieremo dall’industrial style, al classico moderno, al contemporaneo, al rustico , al vintage, allo scandinavo, sarebbe bello poter entrare nelle vostre case e vedere quale preferite !!! Questo e’ un invito a mandarmi qualche vostra foto…

Il primo che ho scelto, forse per voglia di romanticismo, e’ quello chiamato shabby chic.

Si tratta di uno stile che trova le sue origine in Gran Bretagna nelle tipiche case di campagna, con qualche richiamo allo stile Vittoriano mediante l’aggiunta di elementi eccentrici, allo stile francese dei castelli della Loira e al mondo provenzale.

Oggi lo shabby chic ha grande successo perche’ e’ allineato ai concetti di riciclo e di riuso, tematiche estremamente contemporanee.

Letteralmente shabby significa usurato, invecchiato, rovinato e a volte l’invecchiamento, da non confondere con antico, non e’ originale ma ottenuto, mentre la parola chic, in antitesi, vuol dire eleganza raffinata. Il termine è stato coniato dalla rivista World of Interior negli anni ’80 ed è però ritornato davvero alla ribalta un decennio dopo grazie a una designer, Rachel Ashwel, che amante dello stile un po’ retrò e dei mobili ormai passati di moda, ma non di antiquariato e ha addirittura fondato un’omonima società la Shabby Chic.

Ma come fa un’atmosfera, un arredo, un oggetto ad essere raffinatamente elegante e contemporaneamente trasandato e rovinato?

Nello stile shabby chic questa contrapposizione emerge con con diligente evidenza e l’armonia che affiora e’ da ricercare nel suo dolce tono romanico. Vi ricordate quando vi ho parlato di armonia nelle case? Ecco la contrapposizione proprio di questo stile ne esprime fortemente il concetto.

L’invecchiamento degli arredi non coincide con un reale scorrere degli anni e’ sufficiente rievocare l’effetto “vecchio” usando vernici rigorosamente color pastello e in modo non patinato.

Intorno a questo stile sono nate tantissime riviste, negozi tematici reali e on-line, siti internet e moltissimi blog facendo si che lo stile shabby chic diventasse una vera e propria tendenza.

Una tendenza che influenza anche la moda, lo stile shabby chic si abbina infatti perfettamente alla giornata piu’ romantica della vita, quella del matrimonio. In stile shabby chic possono essere  le  bomboniere, lo stile del ricevimento, i dettagli del banchetto, la location, gli abiti e inevitabilemte il  bouquet della sposa. Se pensate di sposarvi sul sito  http://www.gbluxuryagency.com/2017/10/17/shabby-chic/    potete trovare tutte le informazioni.

Anche il mondo della cucina non poteva che rimanere affascinato dallo stile shabby chic, in particolar modo il settore della pasticceria che con tutte le sue variabili decorative, commiste all’uso del colore meglio risponde alle prerogative dello stile.

Ma tornado al nostro arredamento, una pagina facebook  degna di menzione e’ https://www.facebook.com/Arredamento-shabby-chic-232301743611358/ dove ogni giorno Alessia e suo marito, i creatori, attraverso bellissime fotografie mostrano spettacolari interni di case in stile shabby chic.

L’amore per lo stile shabby chic come mi ha riferito Alessia stessa “e’ nato per caso, andando in giro per mercatini e negozi a tema, quello che mi affascina di più è il calore che provi all’interno di una casa tutta arredata a dovere. Il fascino di eleganza retrò accompagnata da tenui colori pastello e dalle tonalità chiara sanno regalare un senso di calma e tranquillità”.

Il mondo del fai-da-te ha trovato nel shabby chic una grande manovalanza dedicata alla trasformazione dei mobili tanto da coniare il termina shabbare!!

Un gruppo facebook molto attivo, dove potete condividere le vostre idee, trovarne di nuove, dare e avere consigli e’ https://www.facebook.com/groups/shabbyfaidate/ nato dalla passione di Laura.

Prima di creare questo gruppo Laura si e’ cimentata nella trasformazione di tutta la sua casa postando ogni suo successo:” Ho iniziato a colorare la cucina e poi piano piano i mobili e adesso sto colorando tutte le porte che erano marroni e piano piano le sto finendo naturalmente shabby”. Le foto pubblicate sono infatti tutte di casa sua e le potete ammirare nella sua pagina personale https://www.facebook.com/shabbyfaidate/

E quindi ecco a voi alcune poche regole per realizzare una casa in perfetto stile shabby chic

  1. L’atmosfera di una ambitente shabby chic deve essere molto soft, rilassante, ottenuta con l’uso di colori tenui, dai toni pastello come il rosa, tortora, viola lavanda, beige, grigio chiaro, verde salvia dominati dal bianco in tutte le sue gradazioni.

  2. I mobili definiti shabby chic, non hanno una forma particolare ma una colorazione ben definita e sono rovinati, vecchi o fintamente vecchi e obbligatoriamente ridipinti di chiaro, o decapati.

  3. Gli oggetti a suggerire l’effetto shabby chic devono rievocare temi romantici quindi intarsi di cuori in metallo, stoffa legno ferro, portafoto, candele, vasi in ferro rigorosamente bianco e il tutto, come sempre, un po “rovinato”.

  4. I tessuti chiari con tenui stampe floreali o tinte unite ma con colori shabby chic magari e magari con qualche romantico ricamo. Da prediligere il lino e il cotone colori bianco e ecru.

  5. Gli utensili, lampadari classici con gocce di vetro, porcellane bianche dalle forme sobrie o con decorazioni fiorate.

  6. I fiori recisi o essiccati esposti in vecchi contenitori di latta usurati dal tempo. I fiori prediletti sono la lavanda, l’ortensia con i suoi colori pastello e ovviamente la rosa.

E ora per gli amanti del genere vi auguro buon lavoro…

2 Responses to Lo stile…SHABBY CHIC
  1. Ma è il mio stile, romantico, caldo, insomma couzy? brava Raffa!

  2. SIT


[top]

Lasciaci un tuo commento! Buona lettura!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: