Quando ho conosciuto l’azienda che vi sto presentando stavo camminando tra i corridoi di una fiera dell’arredamento a Milano e tra tanti stand mi sono fermata, colpita da una libreria davvero elegante e originale, realizzata in elementi circolari, componibili e autoportanti.

La sorpresa e’ stata anche scoprire che era realizzata da un’azienda squisitamente italiana, Bianco Cave http://www.biancocave.it/ , che lavora la pietra leccese, una pietra morbida, compatta e vellutata al tatto.

In questo articolo mi vorrei soffermare proprio sull’uso della pietra nella realizzazione dei elementi di designe in uno stile pulito, sobrio, elegante e giovanile, pur facendo un accenno alla vasta produzione che si occupa anche di  pavimenti, rivestimenti, imbotti, balaustre, cornici, capitelli, camini e lavabi.

La  pietra leccese, porta voce del patrimonio artistico e protagonista delle grandi opere barocche costruite nella zona leccese, ha la caratteristica di essere versatile tenerissima e agevole da plasmare e contemporaneamente rigida e calcificata; essa assume colorazioni e trame diverse che variano dal bianco al colore ambrato simile a quello del miele. La particolarità è che essa contiene frammenti di conchiglie fossili e argille, quarzi e una serie di minerali che la fortificano e la rendono molto affascinante.

Per noi lombardi, abituati all’uso del cotto e del mattone,  il marmo o le pietre assumono sempre una dizione di raffinatezza , di preziosità e con difficoltà le accettiamo come materiali di uso comune. A Lecce trovare una lampada in pietra invece e’ la normalità.

Questa azienda si e’ affinata nel  taglio del materiale attraverso l’uso di macchine d’avanguardia che consentono realizzazioni raffinatissime e precisissime.

Il taglio avviene difatti, mediante l’uso di utensili diamantati installati su macchine a controllo numerico che hanno consentito lo sconfinamento dei limiti della lavorazione manuale consentendo a Bianco Cave la produzione di  lampade, specchi, vasi la cui superficie  offre ricami e incisioni di ogni genere.

Ad esempio e’ bellissimo il pizzo che si intravede sulla superficie di questi vasi – lampade da montare a parete

 

oppure l’onda creata nello spessore  del blocco di pietra, che mediante l’uso della luce consente dei meravigliosi effetti luce ombra

 

e che dire di queste lampade a rosone il cui gioco luminoso diventa un decoro unico per la parete

 

 

Tra i prodotti realizzati da Bianco Cave troviamo oltre all’uso della pietra leccese anche la pietra bianca di Ostuni, la pietra grigia che grazie alla sua durezza, omogeneità e compattezza, è apprezzata per le applicazioni moderne e classiche,   la pietra di Poggiardo  dalle striature marmoree e la pietra Carparo estratta nella cava di Gallipoli e’ una pietra dalla consistenza porosa e rustica, di colore dorato usata per rivestimenti, pavimentazioni da giardino e cornici http://www.biancocave.it/pietra-bianca-di-ostuni/

Lasciaci un tuo commento! Buona lettura!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: