Questo articolo continua la sagra sugli stili dell’arredamento e questa volta parlero’ di quello che in questa fase della mia vita vorrei poter realizzare a casa mia.

Il senso di ampiezza, di non finito, di non convenzionale contraddistingue l’industrial style, chiamato anche stile metropolitano, nel vero senso della parola e’ lo stile che meglio si inserisce negli ex ambienti industriali, ex magazzini trasformati in abitazioni chiamati comunemente Loft, un termine inglese che come tanti e’ entrato nel nostro uso quotidiano.

Ha origine in aree urbane che in seguito alla dismissione degli impianti sono state trasformate in nuove aree residenziali. Nato più per esigenze di risparmio e di comodità che di stile è forse (o almeno lo è stato sin ora) uno degli stili di arredamento più economici.

La progettazione interna e l’arredamento di questi spazi non cerca di stravolgere la natura del luogo, ma al contrario vuole conservare la sua struttura originale.

I primi esempi arrivano dagli Stati Uniti, precisamente da New York ispirati ai primi studi degli artisti degli anni 60-70, emblematico è il famoso studio The Factory, di Andy Warhol.

Secondo il mio parere lo spazio e l’arredo qui sono imprescindibili perché le caratteristiche dell’industrial style sono anche le ampie vetrate, gli infissi metallici, i mattoni a vista o in cemento “scorticato” e i soffitti altissimi.

Lo stile industriale comporta la rinuncia alle superfici rifinite e la scelta di materiali grezzi.

L’arredo deve essere in acciaio e legno ma sempre dall’aspetto un po’ logoro, con lampade e  lampadari che ricordano quelle tipicamente usate nelle fabbriche, con impianti lasciati volutamente a vista e sedie in metallo.

In questo tipo di arredo i colori predominanti sono il bianco, il grigio, il marrone o il nero, tutti preferibilmente opachi.


Lo stile industriale si rafforza con gli accessori come tubolari, macchinari in disuso, macchine da scrivere, stufe in ghisa, sgabelli e scaffali in metallo.

Quindi ecco a voi le regole per realizzare un perfetto industrial style e portarvi un pezzo di New York in casa vostra

  1. Lo spazio : ex magazzino o vecchio laboratorio con soffitti alti e meglio se open space.

  2. Le finiture: mantenimento della struttura originaria, come, per esempio, le tubature a vista, muri scrostati, pilastri e pareti in cemento.

  3. L’atmosfera: deve essere luminosa ma con contrasti di colore chiaro e scuro.

  4. I colori: il protagonista cromatico è il grigio, un colore neutro che, se ben utilizzato, dà all’ambiente un tono decisamente chic. Ma non da meno l’uso del nero, del bianco, del color acciaio o del color ruggine coronato dai colori naturali del legno.

  5. I mobili: vintage, meglio se comprati ai mercatini e provenienti da originali ambienti produttivi. Non guasta il contrasto con arredi dai forti colori ma rigorosamente dall’aspetto usato e dalle forme squadrare

  6. I complementi: ispirati alle fabbriche dei primi del 900.

  7. I tessuti: tappeti, cuscini, tende, dalle fibre naturali come lo juta o il lino.

A parte i mercatini dell’usato vi consiglio alcuni siti dove poter acquistare arredo in perfetto stile industriale:

https://www.p-i-b.it/

Meraviglio sito dove puoi trovare dei mobile che racchiudono stile e qualità.

http://www.industrialstyle.net/

Una bottega creativa di Cristiano Bullentini , lucchese, ove si lavorano ferro e legno per creare tavoli, librerie e contenitori dallo squisito sapore industriale.

Ma oggi molti brand contano nelle proprie collezioni linee dedicate all’industrial style portando questo stile a livelli qualitativi molto alti.

Boffi per le cucine e i bagni.

https://www.boffi.com/it-it/download-area/catalogues

Flos per l’illuminazione con ad esempio la lampada a sospensione a luce diretta Aim firmata da Ronan & Erwan Bouroullec.

https://flos.com/products/pendant/aim/aim/

Iris Ceramica per i rivestimenti e i pavimenti con la sua linea Stage, è la linea di rivestimenti e pavimenti che si ispira al metallo strutturato, corroso, segnato.

http://www.irisceramica.it/prodotti/stage

Magis per i mobili con la linea Officina in ferro forgiato firmata dai fratelli bretoni Ronan ed Erwan Bouroullec ovvero una collezione di arredi realizzata in tondini di ferro forgiati.

http://www.magisdesign.com/it/elenco_prodotti/officina-collection/officina/

Il tutto per respirare un vero mood industriale.

4 Responses to INDUSTRIAL STYLE
  1. Raffaella, non ti smentisci mai, la tua voglia innata di trovarti sempre a rincorrere stili differenti nel progettare e ristrutturare immobili e’ sempre alla finestra. Industral Style oggi e’ veramente uno style che piace.

    Complimenti per l’ articolo

  2. Molto interessante Raffi. L’ho letto con piacere

  3. Molto interessante Raffi. A dopo l’India!


[top]

Lasciaci un tuo commento! Buona lettura!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: