Godere dell’emozione dello sci alle prime luci del sole, quando il cielo si tinge di rosa, i cristalli di neve riflettono il chiarore come tanti prismi e fanno brillare le piste immacolate e perfettamente fresate che scorrono come velluto sotto gli sci. Quando l’aria è frizzantina, il silenzio è irreale e il senso di quiete impareggiabile, di fronte a un paesaggio alpino mozzafiato.

 

Oppure sciare al calar del sole, quando le piste sono quasi deserte e il manto nevoso si trasforma in una distesa di minuscoli cristalli che riflettono un arcobaleno di sfumature. O magari in notturna. Sotto le stelle. Al chiaro di luna. Su discese perfettamente illuminate fino a tardi, su tracciati esclusivi che, per una notte, saranno solo tuoi.

 

Tu cosa sei ? “Early bird” o “night owl”? Allodola o gufo notturno ? Preferisci alba, tramonto o stelle?

Rispondi a questa domanda e vai! Per la prossima stagione invernale, cogli (o regala) la magia degli eventi organizzati da alcune delle più rinomate località del Trentino Alto Adige che ti portano a sciare “fuori orario”. Sarà un’esperienza memorabile.

Trentino Ski Sunrise è la proposta per tutti coloro che vogliono stupirsi davanti a un’aurora tra le cime delle Dolomiti illuminate dall’enrosadira, il particolare colore che la roccia dolomitica assume quando è colpita dalle luci dell’alba e al tramonto. Da dicembre a marzo a rotazione, in una delle località sciistiche tra quelle che aderiscono all’iniziativa e nelle date in calendario,  gli impianti aprono in anticipo e, dopo una ricca colazione in rifugio di produzione rigorosamente trentina, si scende a valle su tracciati immacolati, con gli sci o con le racchette da neve, accompagnati da guide e maestri di sci del Trentino Alto Adige (per info e calendario  www.visittrentino.it).

E se invece prediligi la suggestione delle stelle e del chiaro di luna, quando le discese bianche si trasformano in un paesaggio incantato e, a tratti, anche oscuro, puoi scegliere uno dei molti tracciati illuminati (piste da sci, anelli da fondo, snowpark) che le maggiori località sciistiche del comprensorio mettono a disposizione dopo il tramonto.

La pista più famosa per lo sci in notturna è il “Canalone Miramonti” a Madonna di Campiglio, teatro della più antica gara di Coppa del Mondo di Sci d’Italia,  ma anche molte altre località sono attrezzate per offrire il brivido ineguagliabile dello sci in notturna (per citarne alcune Pinzolo-Carisolo, Marilleva, Passo del Tonale, Peio, San Martino di Castrozza, Vigo di Fassa, Obereggen).

Il “Canalone Miramonti” – tratto conclusivo della leggendaria pista FIS 3Tre – è disponibile su prenotazione e regala l’incanto di una sciata in notturna su un tracciato tecnico modulato da decisi cambi di pendenza (ideato da Bruno Detassis, il “Signore del Brenta”), che scende direttamente nel cuore di Madonna di Campiglio alla vista suggestiva del paese illuminato. La prenotazione della pista, disponibile per un minimo di 2 ore, è richiesta con un preavviso di 48 ore. Il primo appuntamento è per sabato 16 dicembre (per informazioni www.campigliodolomiti.it).

Dal 22 dicembre puoi “tirar tardi” a Obereggen dove la pista Obereggen (2a)  rimane aperta tre volte alla settimana, dalle 19 alle 22, per gli amanti dello sci, snowboard e slittini. Per i rider (snowboard e freeski) l’attrazione principale è il night snowpark, posizionato lungo la pista, aperto anche durante il giorno ma modellato appositamente dagli shaper per le sessioni notturne. Oltre alle classiche tre linee classificate per difficoltà (easy, medium e pro) e a una delle migliori halfpipe d’Italia, lo snowpark con strutture illuminate tramite luce a grande fascio luminoso, si presta per il divertimento anche dei più piccoli con strutture (Kids Up & Down Box) a loro dedicate (per informazioni www.snowpark.obereggen.com).

A San Martino di Castrozza, per lo sci notturno è disponibile la pista “Colverde”, illuminata da 35 palloni “Sunglobe” che diffondono una luce soffusa di tonalità bianco-azzurra con effetti molto suggestivi. Il tracciato si snoda in un fascinoso bosco di abeti e larici con ripetuti cambi di pendenza e direzione, su un tracciato di media difficoltà, largo, molto sciabile, poco sotto le rocce delle Pale di San Martino (per informazioni www.sanmartino.com).

E se, invece, a rapirti è il fascino senza tempo delle romantiche discese sugli sci illuminate dalle fiaccole (torcia a vento) con tanto di vin brulé, tè e dolci finali, sicuramente non rimarrai deluso perché quasi tutte le maggiori stazioni sciistiche ne organizzano di bellissime (per motivi di sicurezza da provare sempre in presenza di Guide Alpine o Maestri di Sci). Per i dettagli puoi contattare l’Azienda per il Turismo locale oppure direttamente le Scuole di Sci.

Insomma cari amici, che siate allodole o gufi notturni, sciare “fuori orario” è una grande emozione!

10 Responses to In montagna “allodole” e “gufi notturni” fanno festa!
  1. Allodola … e chi dorme piu’ come una volta??? Brava Ele

  2. Idem! Se fino a qualche anno fa la mattina mi piaceva dormire, ora sono cambiate le abitudini, cosa per cui in giornate diverse mi ritrovo ad essere allodola o gufo notturno?brava as usual Eli!

    • Ciao Nicoletta, la tua condizione è quella ideale per apprezzare al meglio tutte le ore della giornata. Meglio di così ! Un caro saluto, Elena

  3. Sei sempre trovare il giusto equilibrio Nel raccontare magicamente I tuoi racconti…. sei sempre la n. 1 ?

    • Ciao Geppo, che piacere leggerti ! Grazie per il tuo commento che vale “doppio” perchè so che entrambi apprezziamo la stessa magia e lo stesso incanto che solo i paesaggi di montagna sanno regalarci. A presto. Ciao Elena

  4. Gufo forse….. non so se mi piace dormire di più la mattina o la sera…..ma quando sono sveglia apprezzo sia le albe che le stelle!!!

  5. ALLODOLA E SEMPRE ALLODOLA.
    ADORO IL MATTINO E TUTTE LE COSE CHE SI FANNO APPENA SVEGLI!


[top]

Lasciaci un tuo commento! Buona lettura!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: