Forse ricorderete di aver letto, nella mia pagina di presentazione a questo blog, che uno dei più bei sogni della mia vita sarebbe stato quello di poter lavorare con i cani e comunque di potermi dedicare a loro in un modo più..coinvolgente.

Ebbene, nel 2016 sono riuscita finalmente a creare una struttura/pensione/asilo/centro cinofilo che per di più possiede proprio quella caratteristica precisa che non ho mai trovato in tante strutture del genere e che invece inseguivo come primo obiettivo: i cani che ospitiamo sono del tutto liberi perché, se non per mangiare o in occasione di qualche emergenza, la loro giornata è interamente trascorsa fuori dai box e senza nessuna costrizione. Da qui il fatto, meraviglioso e sempre sorprendente che quando i genitori umani partono per qualche giorno o li lasciano anche solo per qualche ora, i nostri ospiti a 4 zampe non manifestano nessun segno di malinconia o nostalgia.

 

Ma altrettanto doveva essere anche per gli umani! Sorriso sulle labbra e serenità nel lasciarci il loro amico e il loro compagno, sapendo che il cane si diverte, socializza, gioca, corre, impara.

La ricerca del sito è stata lunga perché cercavamo un posto che fosse immerso nella natura, dove i cani potessero correre in libertà, ma in tutta sicurezza, avendo però a disposizione una vera e propria “ casa” che li ospitasse tutti insieme.

E’ stata proprio la realizzazione di un sogno; perché dopo un anno di “indagini e visite fatte a vuoto”, girovagando in lungo e in largo nelle provincie di Lodi e Pavia, il sito ideale l’ho trovato a poche decine di metri da casa mia e proprio mentre ero come al solito a passeggio con i miei cani nel meraviglioso Parco Collinare di San Colombano al Lambro: il cartello vendesi che fino a pochi giorni prima non esisteva è apparso all’improvviso sulla cancellata di una proprietà che già conoscevo e letteralmente adoravo, ma che mai avrei sperato potesse diventare la sede de “La Casa di Giotto” (il nome è quello di uno dei miei 4 cani..ma questo già lo immaginavate!!).

L’avventura è cominciata il 16 maggio 2016.

Tanta fatica, tanti sacrifici, tanto impegno, le mie socie ed io (Sabrina – Dunia e Samantha) ci abbiamo messo l’anima per realizzare questo sogno, ma la soddisfazione e l’orgoglio che ne sono scaturiti sono assolutamente impagabili.

Nelle prossime puntate vi racconterò tutto quello che accade alla Casa di Giotto: fra salti, corse, giochi e passeggiate ogni giorno si verificano episodi curiosi e divertenti che confermano ogni giorno quanto siano meravigliosi i cani e quanto il loro modo di rapportarsi con la realtà ci possa arricchire e aiutare a vivere meglio la nostra stessa esistenza in armonia con la natura e tutti gli esseri viventi.

Stay tuned!!!

2 Responses to C’era una volta…
La Casa di Giotto
  1. che meraviglia!! sono curiosa di conoscere le avventure della casa di giotto… e che ridere il labrador marrone! ahahaha

  2. Brava Fanton, una grande fatica ripagata!


[top]

Lasciaci un tuo commento! Buona lettura!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: