L’estate che volge al termine: arancione.
Un libro per l’estate: giallo, giallo come il sole e come un delitto…
Ma con la copertina blu come il cielo di notte e come il mare profondo.

2-ad-occhi-chiusi-carofiglio

 

 

Inconfondibile: dimensioni tascabili – perfette per la vacanza! – e una carta che mi piace toccare: sì Sellerio (http://sellerio.it/it/home/). Una casa editrice che adoro e che nel mio viaggio annuale con mia madre a Palermo è un must nel suo negozio di Mondello di fronte al mare.

alefrontemare

selleriofrontemare

E un autore che mi emoziona, Gianrico Carofiglio: qui ci vedo un arcobaleno di colori pieno di sfumature.
“Ad occhi chiusi” il libro. Nero, il nero del buio e del vuoto, ma anche il nero e il buio di chi chiude gli occhi e si affida.
Uno di quei libri di cui ho centellinato le ultime pagine perché non l’avevo ancora terminato e già avevo nostalgia del protagonista: l’avvocato Guido Guerrieri. Un po’ Don Chisciotte a tratti un po’ pentito, non capisce come faccia a cacciarsi in certe situazioni e vorrebbe riuscire a tirarsi indietro, ma il suo lato umano non può non conquistarsi la simpatia di chi lo legge e si immedesima nei suoi timori, nei suoi dubbi e nelle sue fragilità.
Mi viene istintivo fare il tifo per un personaggio così umano dotato di un coraggio un po’ visionario che però “c’azzecca”.
Al suo fianco si muovono personaggi intensi e profondi come suor Claudia, una suora sui generis istruttrice di boxe cinese e una donna vittima di violenze, un avvocato senza scrupoli e il suo assistito, figlio di un “pezzo grosso” che pensa di poter agire impunemente.
Sullo sfondo la vita privata del nostro protagonista che alla fine decide di condividere con la sua compagna Margherita l’esperienza di lanciarsi col paracadute:
“Lui mi ripeté di andare, ma io non mi mossi. Tutto era assurdamente immobile. A quel punto Margherita mi venne vicino e mi disse qualcosa all’orecchio, stringendomi un braccio. Nel rumore dell’aereo non capii le parole, ma non ce n’era bisogno.
Così chiusi gli occhi e mi lasciai andare.”
La sensibilità che ho trovato in questo libro fa di Gianrico Carofiglio uno scrittore che mi piace molto e mi ha stuzzicato a leggere anche gli altri suoi romanzi con protagonista l’avvocato Guerrieri.

Vuoi il libro? CLICCA QUI 🙂

 

Lasciaci un tuo commento! Buona lettura!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: